Crisi di coppia

Crisi di coppia

La crisi di coppia è una condizione di disagio molto frequente, che può svilupparsi tra le mura domestiche di due coniugi o di due conviventi, oppure in un qualsiasi rapporto amoroso tra due persone che trascorrono del tempo insieme e che mostrino, l’uno per l’altro, un sentimento solido e profondo.

La crisi di coppia può sopraggiungere in coppie di qualsiasi età e con un pregresso relazionale di tempo variabile. In ogni caso, se il momento di crisi non viene affrontato e superato in tempo, attraverso una corretta terapia di coppia, potrebbe compromettere il futuro della relazione in maniera irreversibile.

Le cause della crisi possono essere molteplici, anche se la più diffusa e frequente è senza dubbio quella comunicativa: quando due persone che si amano smettono di comprendersi o di comunicare, la crisi di coppia sopraggiunge inesorabilmente, alimentata dalla delusione, dal senso di abbandono e dal crollo delle aspettative.

La crisi di coppia può assumere varie forme, può manifestarsi con litigi avventati e violenti, con urla e insulti importanti nei confronti del partner, oppure con lungo ed unico grido di silenzio che culmina con l’indifferenza reciproca, una calma piatta senza fine, devastante e logorante, che lentamente costruisce un muro invalicabile tra i due partner e ne avvizzisce ogni tipo di sentimento.

Perché sopraggiunge la crisi di coppia

Le cause di una crisi di coppia possono essere molteplici e dipendono da fattori eterogenei e molto diversi tra loro, come ad esempio il carattere di entrambi i partner, le loro attitudini, la loro condizione lavorativa e psicologica e il contesto entro il quale la relazione affonda le proprie radici, cresce e matura.

Spesso accade che una giovane coppia, dopo molti anni di fidanzamento, senza che abbia mai attraversato particolari problemi, decida di convivere e sposarsi: in questo momento potrebbe comparire la prima grande difficoltà della coppia, che possiamo essenzialmente ricondurre ad un normale processo biologico di adattamento.

Quando la nostra realtà cambia, il nostro corpo e la nostra mente necessitano di un po’ di tempo per adattarsi al cambiamento: lasciare la propria casa familiare, dormire in un letto nuovo e diverso e passare molto più tempo del solito con la stessa persona, all’inizio potrebbe creare un normalissimo senso di nervosismo e di nostalgia. È compito del partner comprendere il momento difficile vissuto dal compagno e concedergli i giusti spazi, lasciando che si adatti alla nuova situazione.

Crisi di coppia all’interno del matrimonio

Se invece si parla di una crisi matrimoniale, oppure di una crisi che si crea tra due persone che convivono da molto tempo, la questione si sposta su un altro livello di difficoltà, decisamente più intricato e complesso da comprendere. La difficoltà in questo caso potrebbe derivare da una sensazione di noia, di insofferenza verso una quotidianità che continua a ripetersi sempre nello stesso modo.

Anche l’arrivo di un figlio è sempre una fase molto delicata all’interno di una coppia, persino nelle relazioni più stabili e forti. Sull’equilibrio di un rapporto possono influire, inoltre, situazioni estranee alla coppia, come l’eccessiva intromissione di terzi o lo sviluppo di rapporti morbosi e malsani con i familiari, oppure il sopraggiungere di eventi importanti e difficili da gestire, come un lutto.

Terapia di coppia: come risolvere una crisi di coppia

Il primo passo per risolvere un momento di crisi con il proprio partner, è rendersi conto dell’esistenza del problema. Anche se questa potrebbe sembrare una banalità, molto spesso, tra i due si crea una pesante atmosfera di rancore, che potrebbe far apparire il malessere del proprio partner come un capriccio, una presa di posizione o una scusa per iniziare un litigio fine a se stesso.

Fare un passo indietro, mettere da parte la rabbia e il rancore e tentare di mettersi nei panni dell’altro è il primo passo per cercare di risolvere i problemi di coppia: solo in questo modo si potrà tentare di comprendere le ragioni che hanno innescato la crisi e iniziare a cercare una soluzione utile a salvare il rapporto.

Un altro elemento fondamentale per risolvere una crisi di coppia è la comunicazione: solo aprendosi e comunicando con calma e con dolcezza con il proprio partner, confrontando le proprie sensazioni, le proprie emozioni e i propri differenti punti di vista, sarà possibile fissare un punto di inizio per poter ricominciare. Un percorso di psicoterapia di coppia è spesso indispensabile per affrontare i problemi e ritrovare l’unione.

Terapia di coppia: quando rivolgersi a un esperto di psicoterapia di coppia

Spesso la terapia di coppia rappresenta un contesto che spaventa uno dei due partner o addirittura un ulteriore motivo di discussione: rifiutare di andare in psicoterapia di coppia potrebbe apparire, agli occhi dell’altro, come un segno di menefreghismo o disinteresse. Per questo, se il tuo partner propone di affrontare un percorso terapeutico di questo tipo, è sempre bene spiegare i motivi concreti che ci spingono a rifiutare l’offerta, senza aver paura di mostrare le proprie paure e le proprie debolezze.

É consigliabile rivolgersi ad un esperto di terapia di coppia quando i tentativi di apertura e di comunicazione risultano completamente impossibili da realizzare e questo accade quando il rapporto arriva a deteriorarsi in maniera molto significativa. Un terapista potrà aiutare la coppia a fare tutto ciò che dovrebbe svolgersi tra le mura domestiche, istruendoli alla comunicazione e permettendo loro di ascoltarsi e di rispettarsi, nel tentativo di raggiungere un nuovo equilibrio comune.