La terapia cognitivo-comportamentale

 

La terapia cognitivo comportamentale può aiutarti ad affrontare i tuoi problemi cambiando il tuo modo di pensare e di comportarti..

 La terapia cognitivo comportamentale è una forma di psicoterapia che si è dimostrata efficace per una molteplicità di problematiche psichiatriche e psicologiche quali depressione, disturbi d’ansia, problemi di alcol e droghe, problemi coniugali, disturbi alimentari e gravi malattie mentali.

Numerose ricerche scientifiche suggeriscono che la terapia cognitivo-comportamentale porti a miglioramenti significativi nel funzionamento e nella qualità della vita. È importante porre in evidenza che i progressi di tale terapia sono stati fatti negli anni sulla base sia della ricerca che della pratica clinica.

In effetti vi sono ampie prove scientifiche al riguardo che i metodi sviluppati all’interno dell’approccio cognitivo-comportamentale producono effettivamente dei cambiamenti.

I modelli teorici alla base della terapia suggeriscono che non sono gli eventi esterni a scatenare i nostri problemi ma l’interpretazione che noi diamo alle cose che ci succedono. Se i pensieri sono troppo negativi, possono limitarci a vedere o a fare cose che tendono a confermare ciò che noi crediamo sia vero, mantenendoci fermi, rigidi e poco adattabili alle prove a cui la vita ci sottopone quotidianamente.

Altro nucleo concettuale fondamentale è che pensieri, emozioni, sensazioni fisiche e azioni hanno un’influenza reciproca e sono tra loro interconnessi, se uno di questi aspetti risulta disfunzionale può avere un effetto negativo anche sugli altri intrappolando il soggetto in un circolo vizioso patologico.

La terapia cognitivo-comportamentale agisce aiutando la persona a capire questi processi individuali, insegnando a gestire i problemi in maniera più positiva, modificando gli schemi individuali che condizionano negativamente la vita e favorendo una valutazione della realtà più efficace e funzionale.

Le fondamenta del percorso terapeutico sono che lo psicoterapeuta e il paziente lavorano insieme in modo collaborativo, per sviluppare una concreta comprensione del problema e una strategia di trattamento efficace e personalizzata, ponendo l’accento sull’aiutare l’individuo a diventare nel tempo terapeuta di se stesso e a sviluppare modi più efficaci di affrontare la vita.